Comunicato di pubblica resistenza al DDL intercettazioni

Gentile Onorevole Presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi, in questi giorni, in queste ore, il Parlamento della Repubblica Italiana è impegnato in una corsa contro il tempo per una più che rapida approvazione del disegno di legge firmato dall'Onorevole Ministro della Giustizia Angelino Alfano e noto come "ddl intercettazioni".

Il provvedimento rappresenta una delle più drastiche limitazioni al potere d'indagine che compete ai magistrati inquirenti del nostro paese e, al contempo, la più dura, feroce e devastante limitazione al diritto costituzionale di informazione; il diritto di farla e il diritto di riceverla.

Il progetto di legge, per mezzo dei suoi punti fondanti, impedisce il racconto giornalistico su fatti giudiziari di pubblico dominio e privi di segreto, stabilisce pene detentive e pecuniarie pesantissime verso chiunque osi divulgare verità giudiziarie, introduce nuovi obblighi di rettifica per i blog minandone la sopravvivenza, trasforma in crimine il diritto dei cittadini vittime di crimini di raccogliere prove audio e video a dimostrazione del reato e stabilisce odiose discriminazioni tra forme di giornalismo, all'interno di una drammatica limitazione del diritto ad effettuare inchieste giornalistiche.

Il diritto all'informazione nelle sue forme più elementari, il principio di legalità e la ricerca della giustizia vengono totalmente smantellati da tale provvedimento.

Pertanto questo sito internet dichiara sin da adesso che, per imprescindibili motivi etici e in ragione della difesa del diritto alla libertà di parola e di stampa, solennemente sancito dalla Costituzione italiana e dalle leggi vigenti, in caso di approvazione in via definitiva e di conversione in legge, non potrà attenersi in alcun modo alle norme che compongono il disegno di legge sulle intercettazioni.

Questo sito si dichiara altresì .. per imprescindibili motivi sia etici che politici .. deberlusconizzato .. demontizzato .. degrillizzato

lunedì 9 settembre 2013

Siria: mai come Ora .. Tutti insieme : ".. IL PROLETARIATO NON HA NAZIONE INTERNAZIONALISMO RIVOLUZIONE .."




.. ORA SEMPRE RESISTENZA .. 

perchè non abbiamo da salvare il nostro orticello (magari fosse!) ma aprire gli occhi ed ammettere coscientemente Tutti che:

NON ABBIAMO DA PERDERE CHE LE NOSTRE CATENE.

perchè la Guerra ci sarà .. non solo in Siria .. ma sarà una 3guerra mondiale purtroppo ci sarà .. è stata pianificata da decenni a mente lucida ed a tavolino. 
C'è ormai poco da credere e sperare .. nella migliore delle ipotesi .. che sia il solo frutto di una mente irrazionale folle incapace di progettulità .. i veri mandanti hanno già 'sacrificato' e additato come 'Unico Responsabile' la propria marionetta sacrificale di turno come il signor O. 

Stiamo attenti ..
la Guerra non è per loro perdita di Vite umane ma esclusivi interessi eeconomici .. e se consideriamo il dato di fatto che se gli USA possiedono solo lo 02% del petrolio .. la Siria ne ha ancora il 70% .. .. .. se non siamo stupidi possiamo spiegarlo ancora alla Popolazione il perchè uno stato (ognuno in ua Terra) non usi i suoi soldi in Sanità .. Occupazione e beni di prima necessità ma e solo in ARMAMENTI  (invece di restar a bocca aperta se ne parla un gesuita .. il Vaticano è molto forte come potenza economica mondiale .. quanto ne hanno loro .. come IOR appunto di ORO ?!!!)

PETROLIO e ORO .. stà Tutto Quà ..

non gliene fotte a NESSUNO della PACE e delle VITE UMANE ..
(anzi una 3guerra mondiale gli servirebbe eccome per depopolare il pianeta Terra senza ulterore perdita di soldi!) guardiamo piuttosto come dice Qlcn quali sono i paesi che guadagneranno (legalmente) in Armamenti nel Globo!

.. sta a noi decidere cosa essere e come morire .. come pesci fuor d'acqua o come facenti parte attiva di un auspicato Fronte di Liberazione Internazionale ? 


ps:
aooo - questa è una presa di posizione strettamente personale sulla guerra in Siria .. ma necessaria .. in quanto fermerò per protesta il blog contro ogni  Guerra!

2 commenti: